Fantasmi italiani

Uno sguardo al passato viaggiando verso i castelli italiani alla ricerca dei fantasmi che vi dimorano

Telefonia & Affini

Le ultime novità riguardanti la telefonia mobile, dagli smartphone alle applicazioni mobili

Il Blog di Emidio

Le notizie più importanti dall'Italia e dal mondo, dalla cronaca all'attualità, in un solo click

Contattami

Per tenervi in contatto con DiarioNet, per scrivere direttamente al Blog di Emidio

L’Isis ora se la prende con i gatti. Una fatwa vieta di tenerli in casa. Il provvedimento diramato a Mosul. L’ultima follia del califfato da il via allo sterminio dei poveri felini

L’Isis vieta la presenza dei gatti nelle case dello Stato Islamico e ha dato il via allo stermino di tutti i mici presenti a Mosul. Al Sumaria riporta che «L’organizzazione ha emesso una fatwa – un decreto di legge islamica – contro la presenza dei gatti all’interno delle case di MosuI», la più grande città occupata dall’Isis. Tutti i residenti sono stati avvertiti di non violare la legge e di non opporsi alla ricerca dei gatti da parte dei soldati del Califfato, che hanno avuto l’ordine di requisirli e ucciderli. Secondo quando scritto sul decreto, i gatti andrebbero «contro la visione, l’ideologia e le credenze» jihadiste. E il gruppo terroristico ha quindi vietato ogni tipo di allevamento e cura di questo animale. Una legge in controtendenza con l’Islam, che considera i gatti animali puri e persino benedetti. Celebre è infatti la storia di Maometto e della gatta Muezza: un giorno si addormentò nella sulla veste e, arrivata l’ora della preghiera, il profeta preferì tagliare la stoffa piuttosto che svegliarla. Il divieto rappresenta una sorpresa anche dal punto di vista militare, dal momento che in questi anni i gattini hanno giocato un ruolo chiave nella presenza sui social dell’Isis. Molti soldati hanno dimostrato calore e sensibilità verso i cuccioli in immagini e video pubblicati sulle loro pagine Facebook. Altri sono stati utilizzati per la propaganda e attirare giovani reclute, con immagini choccanti che vedono i mici dormire vicino a bombe a mano e cinture esplosive. La nuova legge promette di non fare sconti a nessuno. A emettere la Fatwa è stato un comitato centrale dello Stato Islamico composto da esponenti religiosi influenti e militari del gruppo terroristico. Ma anche se non arrivano conferme su quello che sta succedendo nella città irachena, pare sia scontato l’esito di questi primi giorni di editto.

Papa Francesco fra le macerie di Amatrice. Arriva in utilitaria e visita la scuola da poco inaugurata, poi va nella zona rossa. “Vi porto la mia solidarietà”

papa-francesco-fra-le-macerie-di-amatrice-vi-porto-la-mia-solidarietaPrima un incontro con i più giovani, nella scuola realizzata in tempi rapidissimi per dare la possibilità ai bambini di Amatrice di tornare sui banchi, dopo il terremoto che, il 24 agosto, ha distrutto la città e molti paesi vicini. Poi, a piedi, tra le macerie del centro. Infine ad Arquata e Accumuli. Papa Francesco, a sorpresa, è arrivato nelle zone devastate dal sisma, per rendere omaggio alle vittime e dare sostegno alla popolazione. “Vi sono vicino e prego per voi”, ha detto Bergoglio. Il Pontefice, arrivato in mattinata ad Amatrice, accompagnato dal vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, ha incontrato i bambini della scuola. Poi si è fermato, da solo e in silenzio, davanti alle macerie per pregare. Ha dichiarato: “Non volevo dare fastidio, per questo ho lasciato passare un po’ di tempo. Sono qui semplicemente per dire che vi sono vicino e prego per voi. Vicinanza e preghiera, questa è la mia offerta a voi”. Ha tenuto il suo discorso con un piccolo microfono con altoparlante. E ha aggiunto: “Dobbiamo andare avanti nonostante tanti cari che ci hanno lasciato. Dobbiamo andare sempre avanti insieme perché da soli è difficile, aiutatevi l’un l’altro. Si cammina meglio insieme. Da soli no”. E ancora: “Che il Signore benedica tutti voi, la Madonna vi custodisca in momento tristezza, andiamo avanti, ci sono tanti cari che ci hanno lasciato. Sono caduti qui, sotto le macerie preghiamo la Madonna per loro”

Oggi è il giorno dell’onomastico del Pontefice che è arrivato nelle zone del terremoto con una golf dai vetri oscurati. Il Papa è stato accolto dagli studenti delle elementari e delle medie che gli hanno donato alcuni disegni. Francesco li ha abbracciati e salutati uno ad uno. Quindi si è intrattenuto per ascoltare i racconti dei ragazzi. Attualmente Papa Francesco ha lasciato la scuola di Amatrice e accompagnato dai vigili del fuoco si è incamminato lungo Corso Umberto I tra le macerie.

Nella conferenza stampa sul volo di ritorno dalla visita in Georgia, Francesco aveva comunicato ai membri della stampa il desiderio di andare a fare visita dai terremotati senza telecamere, giornalisti al seguito e fotoreporter. “È un mio desiderio – aveva detto – al momento ho tre date possibili date di questo viaggio, ma non ho ancora deciso nulla. Deciderò non appena arrivato a Roma”. Ma sulla data era stato riservatissimo. Oggi la sorpresa.

Dalla diretta live della Nasa spunta un oggetto non identificato. Scatta la caccia all’alieno (video)

Un video proveniente dal Centro Spaziale Internazionale della Nasa ha fatto partire tra gli appassionati la “caccia all’alieno”. Il filmato mostra uno strano oggetto, simile a un disco volante, sorvolare l’atmosfera terrestre. C’è chi è convinto che si tratti di un Ufo. Secondo gli scettici quello che si vede nel video non sarebbe altro che un qualche frammento comunemente chiamato “spazzatura spaziale”, che sta rientrando nella nostra atmosfera. Un youtuber ha fatto però notare che un detrito spaziale non si comporterebbe in quel modo; se fosse soggetto alla forza di gravità terrestre eseguirebbe dei movimenti irregolari, come rotazioni. Qualcuno, invece, ha anche ipotizzato potesse trattarsi di una cometa. La maggior parte degli utenti comunque esclude l’ipotesi di un detrito da eruzione solare. Steetcap1, il canale Youtube che è riuscito a caricare il video dice che la Nasa ha tagliato e chiuso il live dopo l’avvistamento, e questo non fa altro che alimentare la convinzione dei cacciatori di Ufo, che continuano a dire che la Nasa sta mascherando o meglio nascondendo l’esistenza di esseri extraterrestri.

 

Calendario

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Iscriviti alla nostra Newsletter